MATTIA MARRONE – 25 ottobre 2020

25 ottobre 2020 – ore 18.00
MATTIA MARRONE, pianoforte

Casa delle Culture e della Musica
Piazza Trento e Trieste – Velletri

Capriccio in Do maggiore KV 395

Sonata n. 10 in Do maggiore KV 330
Allegro moderato – Andante cantabile – Allegretto

Otto Minuetti con Trio KV 315g

Fantasia KV 457

Sonata in do minore KV 475
Molto allegro – Adagio –Allegro assai

Nato a Roma nel 1990, ha studiato pianoforte presso il Conservatorio “Casella” di L’Aquila, conseguendo il Diploma accademico di I livello con il M° Drahomira Biligova e il Diploma accademico di II livello con il M° Orazio Maione con il massimo della votazione e la lode.
Ha inoltre studiato composizione con il M° Mariella Di Giovannantonio e conseguito la laurea in Filosofia presso L’Università degli Studi di L’Aquila.
Ha partecipato alle Masterclass dei Maestri Margarius, Petrushansky, Gajan, Ida Cernecka, Pergler, Buranovsky, Di Cesare, Szreiber, Cuccaro, Raatz, Riktere, Falco, Ambrosini.
Ha partecipato a concorsi nazionali e internazionali con ottimi risultati (meritando il primo premio assoluto al Concorso Europeo Giovani musicisti – Città di Viterbo, Premio “Terme di Papi”); si è esibito in numerose rassegne musicali come “EJC [Dieci]- Rassegna di concerti “early, jazz & classic”, “Omaggio a Gian Luca Tocchi”, “Musiche ed infanzia nel Novecento musicale italiano”, “Omaggio a Nino Rota”, in collaborazione con l’Associazione Concertistica Romana, “Roman Vlad: Ballando con la vespa di toti” e “Omaggio a Britten”.
Ha registrato in diverse occasioni collaborando, tra gli altri, con il Centro Sperimentale di Cinematografia e l’Istituto centrale per i beni sonori e audiovisivi.

FRANCESCO MARIA NAVELLI 13 dicembre 2020

13 dicembre 2020 – ore 18.00
FRANCESCO MARIA NAVELLI, pianoforte

Casa delle Culture e della Musica
Piazza Trento e Trieste – Velletri

12 Variazioni in Do maggiore KV 179
su un Minuetto di Johann Christian Fischer

Sonata n. 4 in Mi bemolle maggiore KV 282
Adagio – Minuetto I e II – Allegro

Rondò in Re Maggiore KV 485

Dodici Variazioni in Mi bemolle maggiore KV 354
Sul tema “Je suis Lindor” (A. L. Baudron: „Le Barbier de Seville“)

*
Adagio in si minore KV 540

Otto Variazioni in Fa maggiore KV 613
sul tema „Ein Weib ist das herrlichste Ding“ (S. Schack (?): „Der dumme Gärtner“)

Sonata n. 15 in Fa maggiore KV 533
Allegro – Andante – Rondò. Andante

FRANCESCO MARIA NAVELLI, nato nel 2003 in una famiglia di musicisti, inizia prestissimo lo studio del pianoforte. A 13 anni è ammesso all’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola, dove studia tuttora con il M° Leonid Margarius. In diversi concorsi nazionali e internazionali ha vinto il 1° Premio (Concorso Internazionale “Premio Accademia Giovani 2016”- Roma, Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”- 1° assoluto sia nella sua categoria che in quella fino a 17 anni -, Concorso Internazionale “Leopoldo Mugnone” – Caserta, Concorso Internazionale “Paola Galdi” di Vietri sul Mare, Concorso pianistico “Napolinova”, Concorso “Bach” di Sestri Levante, IV Concorso Europeo di esecuzione musicale “Jacopo Napoli” di Cava de’ Tirreni – 1° assoluto e premio miglior esecutore del Concorso-, Concorso Internazionale Musicale di Nocera, sezione “Esecuzione Pianistica”, senza limite di età). A 15 anni vince il 3° premio e il Premio “ Miglior Finalista Italiano” al 21° Concorso Internazionale “Pietro Argento” di Gioia del Colle, Sez. “Esecuzione Pianistica senza limite d’età”. A 16 anni vince il 3° premio al 29° Concorso Internazionale per Pianoforte e Orchestra “Città di Cantù”, unico italiano tra i sei finalisti sezione classica e romantica.
Ha partecipato ai Master tenuti dai Maestri Romanovsky, Prosseda, Pompa Baldi.
Ha tenuto recital in varie città d’Italia: Venezia, Verbania, Imola, Napoli (“Concerti in terrazza” del Teatro San Carlo), Rovereto (“Casa Mozart”) , Milano (Società del Quartetto e Sala Puccini del Conservatorio “G.Verdi”). Come solista, al 34° Festival di Tagliacozzo, ha eseguito il Concerto N. 3 per pianoforte e orchestra di Beethoven con l’Orchestra di Stato della Georgia. A Madrid e Leon in Spagna, ad Orlando in Florida, ha suonato come solista la Rapsodia n. 2 per pianoforte e orchestra di Gershwin. E’ in cartellone nella Stagione 2019/20 del Teatro San Carlo di Napoli.
Svolge attività cameristica in duo con suo fratello Davide (violino). Il duo Navelli è stato premiato in diversi concorsi, con successo di critica e di pubblico.

MASHIMO WATARU – 8 novembre 2020

8 novembre 2020 – ore 18.00
MASHIMO WATARU, pianoforte

Casa delle Culture e della Musica
Piazza Trento e Trieste – Velletri

12 Variazioni in Do maggiore KV 265
sull’aria francese „Ah vous dirai-je,Maman“

Präludium e Fuga in Do maggiore KV 394
Adagio – Fuga

Sonata n. 16 in Do maggiore KV 545
Allegro – Andante – Rondò. Allegretto

 Sonata n. 6 in Re maggiore KV 284
Allegro – Rondeau en Polonaise. Andante – Tema e dodici variazioni

 *
Allegro in Do maggiore KV 5a

Piccola Giga in Sol maggiore G KV 574

Sonata n. 11 in La maggiore KV 331
Andante grazioso con sei variazioni – Minuetto. Trio – Alla Turca. Allegretto

Iniziato lo studio del pianoforte a Fukuoka (Giappone), li ha proseguiti all’Accademia Musicale dell’Università delle Arti di Tokyo con il Prof. Susumu Aoyaghi e Takashi Hironaka. Trasferitosi in Italia è stato ammesso all’Accademia di pianoforte internazionale “Incontri con il Maestro” di Imola.
Ha vinto premi in Concorsi Nazionali in Giappone e ha vinto il 2 ° premio al Concorso Pianistico Internazionale di Ischia, Italia. Per due anni, ha tenuto un concerto al mese a Tokyo suonando in trio con il violinista Yoko Kubo e con il violoncellista Ko Iwasaki.
Ha tenuto vari concerti in Italia e all’estero. Tra gli altri, ha suonato per il Festival estivo di Imola del 2016 con l’Imola Chamber Orchestra e nel 2017 nella Main Hall del Walenstein Palace per il Festival musicale internazionale “Young Prague” e ha suonato.
Attualmente sta studiando con i Maestri Leonid Margarius e Ingrid Fliter a Imola.

ANTONIO TOMMASO NASTASI – 29 dicembre 2020

29 dicembre 2020 – ore 18,00
ANTONIO TOMMASO NASTASI, pianoforte

Casa delle Culture e della Musica
Piazza Trento e Trieste – Velletri

Otto Variazioni in Fa maggiore KV 352
sul tema „Dieu d’amour“ (A. E. M. Grétry: “Les Mariages Samnites“)

Sonata n. 7 in Do maggiore KV 309
Allegro con spirito – Andante un poco adagio – Rondeau. Allegretto grazioso

Otto Variazioni in La maggiore KV 460
sul tema „Come un agnello“ (G.Sarti: „Fra i due litiganti il terzo gode“)*
Klavierstück in Fa maggiore KV 33 B

Suite in Do maggiore KV 399 nello stile di G.F. Haendel
Ouverture – Allemande – Courante

Sonata n. 13 in Si bemolle maggiore KV 333
Allegro – Andante cantabile – Allegretto grazioso

È nato a Messina nel 2004, studia pianoforte dall’eta’ di sei anni. A otto anni viene ammesso al Conservatorio “A.Corelli “ di Messina. Nel luglio del 2017 viene ammesso alla prestigiosa Accademia Pianistica di Imola sotto la guida del M° Leonid Margarius.
Ha vinto il Primo Premio Assoluto in numerosi Concorsi Pianistici nazionali e internazionali: 19° Concorso nazionale Giovani Musicisti “Benedetto Albanese “ Citta’ di Caccamo (PA), 2014; 16° International Music Competition EUTERPE Corato – (BA), 2014; 23° Concorso Internazionale “G. Campochiaro” Pedara, 2014; 13° Concorso Internazionale di Esecuzione e Composizione “Don Vincenzo Vitti” – Castellana Grotte (BA), 2014; 30 ° Concorso Pianistico Internazionale “J. S. Bach” Città di Sestri Levante (Genova) – Maggio, 2015; 11° Concorso Pianistico Internazionale “Mozart” Frascati (Roma), maggio 2016; Concorso Pianistico Internazionale “AMIGDALA” di Catania, 2017; Concorso Pianistico Giulio Rospigliosi di Lamporecchio, aprile 2019.
Inoltre, nel luglio del 2016 ha partecipato al festival “Ibla Gran Prize” International Music Competition (Ragusa Ibla, 2016) ottenendo l’Outstanding Musician Award e le MENZIONI SPECIALI: MOZART SPECIAL MENTION; nell’aprile 2017 è finalista al Concorso Internazionale Merci Maestro di Bruxelles ottenendo la menzione speciale YOUNG TALENT SPECIAL MENTION.
Ha frequentato masterclass tenute da illustri docenti, tra i quali: Leonid Margarius, Michele Marvulli , Roberto Cappello, Anna Kravtchenko.